Doppiamente raccomandabile

Estese uscite in bici lungo il fiume Isarco



Percorrere la Val d’Isarco in bici significa assaporare il piacere di pedalare in posti idilliaci. Lungo la ciclabile del Brennero, che dal confine con l’Austria porta a Bolzano, si incontrano morbide colline e tante località ricche di storia e testimonianze culturali.



La ciclabile Brennero-Bolzano parte dal valico di frontiera e nel tratto iniziale, fino a Vipiteno, corre in leggera discesa accanto ai binari dell’antica ferrovia. Poi la pista alterna tratti in pianura a leggere salite e costeggia paesini pittoreschi e piccoli specchi d’acqua fino alla fortificazione di Fortezza, quindi passa vicino al laghetto di Varna e seguendo il Sentiero delle castagne arriva all’antico monastero di Novacella e quindi a Bressanone. Dalla città vescovile fino a Bolzano la ciclabile scorre leggera sul fondovalle sinuoso della Val d’Isarco, ma prima del capoluogo merita senz’altro una visita Chiusa, la cittadina degli artisti dominata dall’imponente convento di Sabiona. La ciclabile del Brennero misura complessivamente 96 chilometri, dal confine con l’Austria a Bolzano.

Prima tappa: dal Brennero a Bressanone
Itinerario: Passo del Brennero – Colle Isarco – Vipiteno – Thumburg – Castel Tasso/Reifenstein – Stilves – Mezzaselva – Fortezza – Lago di Varna – Varna – Bressanone
Lunghezza: 54 km

Dislivello complessivo: 115 metri in salita, 905 metri in discesa

Tempo di percorrenza effettivo: 2,5 ore

Tempo di percorrenza consigliato: 4,5 ore

Grado di difficoltà da medio a difficile; è richiesta una buona condizione fisica

Seconda tappa: da Bressanone a Bolzano
Itinerario: Bressanone – Albes – Chiusa – Ponte Gardena – Colma – Campodazzo – Prato Isarco – Cardano – Bolzano

Lunghezza: 42 km

Dislivello complessivo: 80 metri in salita, 580 metri in discesa

Tempo di percorrenza effettivo: 2,5 ore

Tempo di percorrenza consigliato: 4,5 ore

Grado di difficoltà da basso a medio, ideale per famiglie e cicloturisti